Qui potete trovare il rapporto cave 2014 di Legambiente:  rapporto_cave_2014_web

Venerdi 30 gennaio si è svolta un’assemblea pubblica convocata dal circolo del PD di Remanzacco avente per titolo “Cava Sì Cava No”.
Un titolo sibillino che non ci consente di capire quale sia la posizione ufficiale del PD di Remanzacco, che è parte importante dell’altra lista di opposizione in consiglio comunale.
O meglio, nell’intervento di Mauro Cedarmas (ex capogruppo dell’opposizione in consiglio comunale) si è capito benissimo che la sua opinione sia di assoluta contrarietà riguardo alla realizzazione di questa ulteriore voragine che scarnificherà il già spolpato territorio comunale.
Marco Gargari, nuovo capogruppo della lista civica “Con Remanzacco” ha pure lui espresso un deciso diniego alla realizzazione dell’opera.
Però, la posizione di Stefano Slataper, nuovo segretario del circolo PD di Remanzacco non ci è parsa chiara…certo, loro non gridano, parlano sottovoce, ma, forse, parlando troppo sottovoce si corre il rischio di non venire uditi o peggio di venire ignorati da chi fa dell’aggressività un suo stile.
E sì che il 7 aprile 2011 scrisse un articolo chiarissimo sull’organo di stampa del partito.
Forse noi non siamo abituati ai linguaggi politici, ma, visto che all’assemblea c’era tutto il gotha del PD finanche l’assessore Sara Vito ci sarebbe piaciuto sentire alla fine delle oltre due ore di chiacchierata una dichiarazione chiara riguardo alla posizione del PD di Remanzacco.
Una cosa sulla quale siamo concordi c’è comunque, ed è che finora la partecipazione dei cittadini direttamente interessati è molto scarsa in rapporto all’importanza della cosa.
Attendiamo ora la serata che, ci è stato detto (chissà come mai a Pradamano le cose si sanno prima che a Remanzacco) l’amministrazione farà il 9 febbraio.

Maurizio Tomasetig

MoVimento 5 Stelle per Remanzacco

Annunci