logo_movimento 3 cm

CAVA vs. U.T.I.

Ovvero due pesi e due misure

Negli scorsi mesi il MoVimento 5 Stelle ha raccolto a Remanzacco 627 firme di cittadini contrari all’avvio della nuova cava in località prati di San Martino che se potrebbe inghiottire per sempre 22 ettari di suolo comunale.

L’8 settembre scorso le firme raccolte sono state presentate dal consigliere comunale di Remanzacco Cristina De Michielis al Presidente del Consiglio regionale Franco Iacop presenti le portavoci del M5S Eleonora Frattolin ed Elena Bianchi.

http://www.lavitacattolica.it/stories/cronaca/8831_remanzacco_627_firme_contro_una_nuova_cava_lungo_il_torre/#.VkMIFNIveJA

Copia della petizione è stata consegnata anche al Sindaco di Remanzacco Daniela Briz e all’assessore Dario Angeli, convinti sostenitori dell’iniziativa estrattiva definita come una “opportunità ambientale” per il comune di Remanzacco. Il Sindaco Daniela Briz assieme al suo assessore hanno criticato e sminuito la raccolta firme sostenendo che il numero delle firme raccolte non è significativo della volontà dei cittadini.

Per rispondere ai nostri  amministratori ricordiamo loro gli esiti della consultazione pubblica sul riordino del sistema delle Autonomie Locali della Regione Friuli Venezia Giulia comunemente conosciuto come “Riforma delle UTI” che, se approvata, cambierà per sempre il volto della nostra regione e che i medesimi amministratori hanno approvato in consiglio comunale definendola una “sfida da raccogliere”.

A tale consultazione pubblica hanno risposto 384 cittadini.

Aspettiamo un commento anche su questo.

http://autonomielocali.regione.fvg.it/aall/export/sites/default/AALL/Riforma_enti_locali/Allegati/Esiti_consultazione.pdf

Annunci