download

L’incontro pubblico sul Forno Rurale di Remanzacco organizzato dal gruppo del MoVimento 5 Stelle, volutamente senza simboli e senza bandiere, e tenutosi l’altra sera, 19 novembre 2015, presso la Trattoria “Al Posto di Conversazione” ha cercato di dare una risposta alle tante persone che in varie occasioni ci hanno chiesto i motivi che hanno portato alla chiusura del punto vendita presente nel capoluogo comunale.

All’incontro erano stati invitati i Sindaci del Comune e i Presidenti del Forno Rurale che avevano vissuto in prima persona le vicende di questi ultimi anni, da Redino Borghetto a Daniela Briz, da Vanni Feruglio ad Alfonso Rubino.

Quasi tutti gli amministratori hanno risposto all’invito, alcuni hanno ritenuto di non parteciparvi per motivi personali legati forse al timore di essere messi sul banco degli imputati, cosa che non era di certo nelle intenzioni di chi ha organizzato l’incontro il cui solo ed unico obiettivo è stato quello di dare modo a tutti i protagonisti di raccontare la loro esperienza.

La responsabilità di moderare la serata è stata presa da Maria Cristina De Michielis, consigliere comunale che ha voluto l’incontro assieme al gruppo che la supporta.

All’introduzione di Gianpaolo Candelotto è seguita la proiezione del DVD “Profumo di pane” prodotto nel 2005 in occasione del 120° anniversario della fondazione del Forno Rurale che ha permesso di ripercorrerne la storia dalla sua fondazione al primo decennio del secolo.

Gli interventi degli invitati, che si sono poi susseguiti seguendo un ordine cronologico, hanno permesso ai presenti di ripercorrere assieme ai protagonisti diretti le vicende del Forno e le difficoltà che questi hanno dovuto affrontare nelle scelte operate per cercare di adeguare questa storica realtà comunale ai travolgenti cambiamenti sociali ed economici di questi ultimi decenni.

La discussione della serata è stata in brevi momenti animata, ma non ha mai raggiunto livelli tali da rovinarne lo spirito e questo grazie al senso di responsabilità di chi interveniva e all’azione moderatrice della consigliera De Michielis. Tutti gli interventi hanno sottolineato l’impegno degli amministratori che si sono succeduti nel cercare di mantenere attiva la realtà del Forno Rurale, con scelte ponderate e sofferte che al momento sembravano le più adeguate, ma che purtroppo sono state spesso travolte da cambiamenti economici spietati che non ha dato spazio a una piccola realtà come quella che si cercava di portare avanti con passione.

Grande interesse ha suscitato la proposta avanzata da Claudio Cargnello di istituire una fondazione o associazione del Forno Rurale, che potrebbe essere anche collegata alla biblioteca comunale, con il compito di mantenere e diffondere specialmente tra i ragazzi l’educazione alimentare e la passione per i cibi tradizionali, in primis il pane.

L’incontro è terminato con l’intervento del Sindaco Daniela Briz che ha anticipato la possibile riapertura a breve del punto vendita grazie all’interesse di diversi operatori economici che hanno valutato positivamente le possibilità economiche che Remanzacco offre.

Un grazie da parte del Gruppo a tutti coloro che sono intervenuti ed in particolare ai Presidenti del Forno e ai Sindaci.

Un grazie particolare agli amici Miriam e Gianpaolo, sempre sensibili alle tematiche della comunità remanzacchese, che ci hanno ospitato.

Ci scusiamo nuovamente con coloro che hanno ritenuto sconveniente il modo in cui sono stati invitati, non era nelle nostre intenzioni operare scorrettezze o offendere nessuno, ma crediamo che un “si” a un invito, pronunciato di persona o al telefono, valga più di una raccomandata con ricevuta di ritorno.

Il Gruppo M5S di Remanzacco

Annunci