wififvg

Durante il consiglio comunale del 9 settembre scorso è stata discussa una mozione presentata dal MoVimento 5 Stelle sulla creazione di punti WiFi liberi sul territorio comunale.

https://m5sremanzacco.wordpress.com/2015/09/14/consiglio-comunale-del-9-settembre-2015/

Durante la discussione l’assessore Valeri ha svelato la presenza di ben 4 punti WiFi liberi nel capoluogo, punti WiFi compresi nel progetto FVGWiFI e per i quali il Comune ha avuto un finanziamento regionale.

A tutt’oggi l’amministrazione non ha ancora ritenuto di informare la cittadinanza nè sulla presenza dei punti WiFi di libero accesso nè sulla loro dislocazione, forse in preparazione di una presentazione teatral-goliardica con illustri ospiti simile a quella messa in scena per l’inaugurazione del nuovo C.A.G. (Centro di Aggregazione Giovanile).

Come già espresso in precedenti occasioni punti deboli delle scelte adottate sono, a nostro avviso, la possibilità di usufruire del servizio solamente se in possesso di una SIM telefonica di un operatore italiano (escludendo quindi i turisti stranieri) e la presenza dei punti WiFi nel solo territorio del capoluogo, escludendo così le frazioni.

Ricordiamo che nella vicina Slovenia il servizio WiFi gratuito è oramai diffuso in tutte le stazioni di servizio e in moltissimi locali pubblici, e così pure in Austria, Croazia e Bosnia, a beneficio soprattutto dei turisti.

L’impressione è che, come spesso capita in questo Paese, il WiFi gratuito offerto dalle pubbliche amministrazioni sia più un’operazione di facciata che di sostanza, ma anche le facciate costano.

Annunci