Logo_M5S

L’articolo apparso giorni fa sul Messaggero Veneto e riguardante le dichiarazioni del Sindaco Daniela Briz sullo svolgimento della Sagra dei Gamberi nell’area del Broilo Perosa anche per gli anni a venire ci induce ad alcune riflessioni che intendiamo rendere pubbliche.

L’articolo pare abbastanza datato, la sagra dei Gamberi si è già svolta nel mese di luglio e quindi al momento non sussistono motivi di preoccupazione per il suo svolgimento che peraltro erano già stati ampiamente discussi in Consiglio comunale dove la posizione del MoVimento 5 Stelle è sempre stata dubbiosa su una diversa collocazione della Sagra per la difficoltà nel individuare una zona adatta che riesca a mantenere il grande afflusso di persone che ha sempre contraddistinto la tradizionale kermesse remanzacchese. L’ultima edizione della sagra ha confermato che la manifestazione può continuare a svolgersi nell’area Broilo adattandosi alla nuova planimetria del luogo senza che ciò comporti danno alla stessa. Le alternative esaminate comporterebbero lo svolgimento della Sagra in zone di difficile accesso in caso di pioggia, con difficoltà di parcheggio o al di fuori del capoluogo.

Molte perplessità sono state espresse dalla rappresentante del MoVimento 5 Stelle in Consiglio comunale Maria Cristina De Michielis riguardo la cifra stanziata per il rifacimento del Broilo Perosa. 465.000 € sono una cifra molto elevata per la superficie interessata che non è molto estesa ed è soprattutto il compenso al progettista delle zone verdi che lascia meravigliati per l’onerosità. Vedremo cosa ne nascerà e se il risultato sarà all’altezza dei tanti denari spesi.

Decisamente contestabile è il conferimento al ingegner Fiorella Honsell dell’incarico per la stesura di uno studio sul traffico nel capoluogo. Remanzacco non è Londra e le criticità del traffico locale le conoscono tutti, basta chiedere ai genitori che accompagnano al mattino i loro figli alla scuola elementare e d’infanzia. Sono problemi legati all’eccessivo accesso d’auto in delimitate zone in orari definiti. Si preferisce pagare un professionista, che tra l’altro ha già fornito un progetto per rendere meno pericoloso l’attraversamento pedonale nella zona Municipio, pagato e rimasto nel cassetto di qualcuno, invece di decidere scegliendo tra le tante proposte gratuitamente fatte negli anni da persone che il traffico in Remanzacco lo conoscono meglio della dottoressa Fiorella Honsell. Invece di spendere pubblici denari in studi di dubbia utilità sarebbe bene ascoltare ciò che le opposizioni chiedono da anni e cioè che venga preso in esame la possibilità di creare un nuovo polo scolastico nella zona delle medie, stante che la popolazione scolastica del Comune è molto probabilmente destinata ad aumentare con l’arrivo di nuovo personale militare previsto alla caserma Lesa.

Per quanto riguarda i rischi idraulici delle frazioni si potrebbe iniziare da un maggior rispetto del regolamento di polizia rurale comunale che prevede sanzioni per quegli agricoltori o conduttori di fondi che non provvedono alla manutenzione e pulizia dei fossi, basta fare un giro nel Comune per rendersene conto. Le norme ci sono, basta applicarle anche se questo potrebbe pestare i piedi a qualche “amico”.

Sempre nell’articolo il Sindaco Briz dimentica di dire che la demolizione dei fatiscenti edifici di proprietà comunale sul retro del municipio serve a fare spazio non a nuovi luoghi di incontro e socialità, ma bensì a creare nuovi parcheggi per le auto, parcheggi che serviranno ai futuri condomini della nuova mega costruzione dell’impresa Tilatti e che circonderanno ulteriormente la “cattedrale dell’acqua” ovvero quella che nella testa di qualcuno doveva diventare un centro focale di aggregazione e che invece annega sempre di più in mezzo alle costruzioni e alle auto parcheggiate.

Annunci